venerdì 7 dicembre 2007
Più che un cartone... un bidone!
Sono ufficialmente in lutto.... Oggi mi sono schiantata contro questo articolo, trovato sulla rubrica MSN SPETEGULESS....

La famosa pizza italiana, da secoli la miglior bandiera del nostro paese, rischia seriamente di diventare famigerata!
Sotto accusa in particolare non è il piatto nazionale ma il suo contenitore "take-away". L'annuncio l'aveva dato già un anno fa l'Acli Toscana che, dopo aver consultato uno studio condotto dai Laboratori di Ricerche Analitiche (Alimenti ed Ambiente) dell'Università degli Studi di Milano, ha allertato i consumatori sulla presenza di molecole nocive nei cartoni della pizza. Si trattava nello specifico di di-isobutilftalato, una sostanza tossica mischiata alla cellulosa e impiegata anche negli strati superficiali dell'involucro dei cartoni a diretto contatto con gli alimenti.
L'utilizzo di queste sostanze è bandito non solo entro i confini nazionali ma anche dalla normativa europea che con la direttiva 2004/14/CE relativa ai materiali e agli oggetti di pellicola di cellulosa rigenerata destinati a venire a contatto con i prodotti alimentari, infatti, regolamenta la fabbricazione di contenitori di cartone destinati a venire a contatto con gli alimenti. Neanche a dirlo le sostanze sopra elencate che sempre più spesso abbondano sulle nostre tavole sono rigorosamente bandite dalle norme comunitarie.
"Il sospetto - spiegano alla Lega Consumatori Toscana Acli Toscana - è che i cartoni analizzati dai ricercatori di Milano siano stati fabbricati con cellulosa riciclata: una pratica illegale, in quanto la normativa italiana vieta categoricamente l'utilizzo di carta di recupero per i prodotti 'umidi' ed impone ai fabbricanti di utilizzare, almeno nello strato di carta che deve venire a contatto con l'alimento, l'uso di pasta di carta vergine."
In dichiarata violazione della legislazione italiana, molte aziende produttrici di cartoni per la pizza utilizzavano dunque materiale riciclato.
L'idea che un alimento venga avvolto in materiali riciclati nocivi è già sufficiente a far passare l'appetito ma ad aggravare le cose c'è anche l'abitudine di consumare la pizza direttamente nel cartone, previo ulteriore riscaldamento nel forno di casa, dopo aver asportato il coperchio della scatola....ancora più dannoso per la salute!!
"Il rito della pizza a domicilio è un'abitudine orami consueta per moltissime famiglie italiane - prosegue Lega Consumatori Acli Toscana - si calcola infatti che siano circa 1.300.000 le pizze da asporto che ogni giorno finiscono sulle nostre tavole. Tavole alle quali siedono anche numerosi bambini. Il problema è quindi valutare con urgenza l'entità del fenomeno sul territorio ed il grado di pericolosità del di-isobutilftalato, nonché di altre sostanze che potrebbero essere presenti in modo analogo nei cartoni da asporto delle pizze confezionati con materiale riciclato."
Ad inasprire la pillola sulla pizza nazionale anche i risultati di un'inchiesta condotta dal settimanale 'Il Salvagente' che riporta come in un laboratorio di Pavia, incaricato di svolgere dei controlli sui cartoni destinati al trasporto di pizza, sia stata rilevata la presenza di benzene, flatati, fenoli, naftalene. Tutte sostanze, naturalmente, che dovrebbero essere vietate ma sempre più spesso arrivano di nascosto nelle nostre cucine.
Un attentato in piena regola alle tavole degli italiani, già fortemente provate dalle allarmanti denunce sulla presenza di particelle di metalli pesanti altamente cancerogene, in biscotti, pane e latte. Buon appetito a tutti!


Buon appetito a tutti????? Ma cosa fai, sfotti? Non ti rendi conto che con questo articolo hai provocato crisi di vomito, crisi isteriche, cristi di astinenza... (e mettiamoci anche le crisi post-parto va)!?????
Si potrebbe tornare alle vaschettine di plastica rotonde, infilate una sopra l'altra e messe nel sacchetto di carta.... le pizze si raffredderanno prima, ma almeno le si possono mangiare senza il patema di prendere chissà-quale-cacchio-di-virus-mortale.... Che amarezza...

Etichette: , ,

 
posted by Cri at 10:02 PM | Permalink |


18 segnali di fumo:


  • At 07/12/07, 16:56, Blogger Kaishe

    Ehm... ehm... ehm...
    PRIMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    (ma devo ancora leggere il post... ma sai com'è? PODIO è PODIO!!!)

     
  • At 07/12/07, 16:57, Blogger Cri

    eh eh eh eh!!! Agile e veloce come una gazzella!

     
  • At 07/12/07, 17:08, Blogger Il CaRiSmAtIcO [beautiful mind]

    secondooooooooooooooooooo





    ora leggo...



    ETTTTTTTTTTTCCHUUUUUU.

     
  • At 07/12/07, 17:14, Blogger Il CaRiSmAtIcO [beautiful mind]

    bah...io sono vacinato oramai...con tutte le carrampane che vedo...HIHIHIHIHIHIHIHI




    etchuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

     
  • At 07/12/07, 17:14, Blogger Cri

    chris è da un po' che volevo chiedertelo: perchè nei link utili del tuo blog hai quello del viakal???

     
  • At 07/12/07, 17:15, Blogger Cri

    in effetti... inCARTApecorite più di loro....

     
  • At 07/12/07, 17:16, Blogger LaSte

    Ed anche se non ci sono.......

    TERZAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

     
  • At 07/12/07, 18:01, Blogger Cipolla

    PLEBISCITAMENTE QUARTAAAAAAAA....


    TOGLIETEMI TUTTO MA NN LA PIZZA.... ALTRIMENTI DIVENTO NERVOSA!!!!

     
  • At 07/12/07, 18:55, Blogger Il CaRiSmAtIcO [beautiful mind]

    AH AH AH AH....


    Sono un po fissato con il viakal...oramai lo metto pure sulla pasta....tutto qui era per fare un po lo scemo...MA TANTO QUANDO MAI SONO NORMALE????


    vado a casa a curarmi che non ne posso piuuuu...a lunedi,baci e abbracci!

     
  • At 07/12/07, 19:00, Blogger Mat

    ah, io la mangerò comunque !!!
    che me frega, w il piacere!!!

     
  • At 07/12/07, 19:05, Anonymous polpadipomodoro

    Sì va beh.. io non voglio sapere nulla.
    A partire da dove si mette le mani il panettiere mentre sta dando forma alla michetta che arriverà sulla mia tavola.

    Io MANGIO con piacere e con fatalità.

     
  • At 07/12/07, 19:37, Blogger Cri

    @chris: a lunedì, reguardess me racumondi!!! :*

    @cipolla: sì, deve avere una sostanza terapeutica la pizza perchè ha il potere di renderti tranquilla e felice... sarà merito del lievito?

    @mat&polpa: massì, devono trovare una qualche cagata dappertutto, ma alla fine chissenefrega!

    Ma io mi chiedo e mi domando.. tempo addietro.... che non c'erano pane bio, carne bio, caramelle bio, insalata e frutta bio, yogurt bio, e che le ciliegie si prendevano direttamente dall'albero e, con cacca di uccelli o senza, si mangiavano di gusto..... uno cos'è che doveva pigliarsi? L'epatite tutte le volte che addentava un pezzo di pane??? Essì... si stava proprio meglio quando si stava peggio!!

     
  • At 08/12/07, 09:00, Anonymous polpadipomodoro

    @criiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    VIVERE va in onda fino a giugnooooooooooooooooooooooooo..
    Su rete quattroooooooo...

    E V V I V A

     
  • At 08/12/07, 13:21, Blogger Mathias

    Dai in qualche modo dobbiamo morire.. :-( la prossima pizza d'asporto che vado a prendere mi porto il piatto da casa!

     
  • At 08/12/07, 13:48, Anonymous Simo*

    Ciao cri!!
    Purtroppo in questo periodo sono un po' latitante sul mio blog e su internet in genere, causa esame imminente di Statistica!!
    Spero di poter tornare presto a scrivere con più frequenza...
    ciao
    buon Week end
    Simo*

    P.S. ma questa storia della pizza è bruttissima!!

    http://insomniac86.blog.tiscali.it

     
  • At 09/12/07, 20:51, Blogger Cri

    @polpa: al diavolo il cartone della pizza... la tua sì che è una notizia bomba!!!!!!!!!! Come mai? Hanno fatto altre puntate???? Corro subito sul blog di Vivere ad aggiornarmi!!! Evviva Evviva... Rebeccona non è più disoccupataaaa!!!

    @mathias: credo sia l'unica cosa che ci resta fare.... intanto io mi sono preparata due o tre pagnottelle di pasta per la pizza, e le ho prudentemente messe in freezer.... per i periodi di magra!!

    @simo: a quando l'esame? In bocca al lupissimo!! :D

     
  • At 10/12/07, 12:27, Blogger Fry Simpson

    Forse tu sei troppo giovane, ma io ricordo quando introdussero sul mercato italiano le prime acque minerali in bottiglia di plastica.
    Era PVC.

    Io, bambino, ci sentivo un gustaccio di plastica. I miei genitori dicevano che "ero fissato".
    La plastica era molto più pratica che il vetro, dannazione! E la spesa la trasportavano loro; e la spazzatura pure!

    ---

    Dopo dieci-quindici anni che ce la davano a bere in PVC, è venuto fuori che il PVC rilasciava nell'acqua sostanze tossiche, quindi i produttori avevano un tot di tempo per esaurire le scorte di bottiglie di PVC (grazie, Sig. Legislatore: è tossico, ma devo contiunuare a usarlo finché non ho svuotato il magazzino del Sig. Produttore!?!) e poi dovevano convertirsi al PET.

    ---

    E' passata un'altra quindicina d'anni... fra un po' ci diranno mica che dobbiamo esaurire le scorte pure di PET? XD

     
  • At 10/12/07, 13:54, Blogger Cri

    Fry, è un circolo vizioso... credo che alla fine istalleranno in ogni casa una montagna dalla cui roccia sorga dell'acqua pura ogni giorno... che noi potremo bere solo con la faccia immersa (ma con la retina sui capelli, per questioni igieniche) e senza toccarla con nessun tipo di materiale. Ovviamente avremo solamente 13 minuti al giorno per farlo perchè poi si chiude in una campana che riproduce le condizioni atmosferiche dell'alta montagna, totalmente antisettico...