sabato 29 novembre 2008
Trip to Cannes
Ok, lo ammetto, questa foto non è opera mia. In realtà quest'anno ha fatto davvero freddo anche là, forse per la prima volta da quando ci vado, alla faccia di tutti quelli che, quando mi hanno visto partire con gli stivali con pelone dentro mi hanno detto: "Va che vai a Cannes, mica in Groenlandia!"... Tié, con gesto dell'ombrello in seguito! Giorni meravigliosi passati a parte, parliamo di ciò che voi tutti attendete con molta ansia: il mio itinerario culinario. Ringraziamo il solito ben fornito e ben affollato Farfalla, che ha cambiato nome e ora si chiama Le Congrès. Ringraziamo anche il Pastis, altro ristorante sempre ben apprezzato se non fosse che la cameriera si è dimenticata di inoltrare l'ordinazione e dopo un'ora di attesa abbiamo dovuto ridire tutto.... cosa perdonata alla prima azzannata di pavé du saumon... New entry di quest'anno è La Pizza. Dai, non iniziate a trarre conclusioni affrettate, nessuno di noi s'è messo a mangiare la pizza in Francia.... abbiamo mangiato delle sane e succulenti cozzettine à la crème che, dentro nella loro pentolina, gridavano tutte a gran voce il mio nome... peccato farle morire così!! ;p
Il lavoro c'è stato, e non ci possiamo lamentare. Frase dell'anno: "E' la crisi, è la crisi", ma per dirla tutta è già qualche anno che la frase è sempre quella. L'ambiente è quello che ci si può aspettare dal palazzo dei festival: elettrizzante! Vuoi mettere il gusto che provi a pensare di fare la pipì nello stesso cesso dove potrebbe aver pisciato Julia Roberts? Insomma, direi che è andate piuttosto bene.
Il viaggio di andata è stato deliziato dalla tappa a Diano Marina per degustazione chez Matteo, ovvero alla Trattoria Cavalleri, che personalmente vi consiglio. Il posto è piccolino e rustico, accettabile dai, ma il cibo... beh il cibo è un nettare degli dei... davvero incredibile, provateci davvero se siete in zona, non ve ne pentirete. Il viaggio di ritorno, invece, è stato caratterizzato dalle ben note difficoltà dovute a neve, ghiaccio, vento, incidenti e chi più ne ha, più ce ne butti! Dei nostri agenti, partiti il venerdì alle 13.30 e destinati a Rovigo, alle 21.00 erano ancora ad Alessandria, coi camion muniti di catene che non riuscivano ad andare avanti; gli spazzaneve che, passando nella corsia opposta, li avevano sotterrati con lo scarto di neve; i SUV di ogni marca e dimensione che scalavano montagne di neve sperando nell'uscita dall'incubo, ovviamente senza successo. In pratica: il DE-LI-RIO! Arrivati all'altezza di Albisola, decidiamo quindi di fermarci a mangiare da qualche parte nella speranza di una normalizzazione generale, ma dopo aver avuto la conferma che il delirio continuava a peggiorare, decidiamo di fermarci anche a dormire là, per ripartire il sabato mattina, con più calma e meno panico generale. La cena è stata consumata a Albissola Marina, presso La Familiare, un posto che da fuori non gli daresti nemmeno due lire e, sinceramente, nemmeno da dentro, ma nel quale vengono create delle vere opere d'arte culinarie! Io mi sono commossa nel degustare i ravioli di pesce e penso di provare a mettere in pratica la loro produzione perché un gusto così non si può dimenticare! E poi i bianchini, il guazzetto di cozze, le trenette al pesto, il fritto misto... il vino della casa... mamma mia!!! Non lasciatevelo scappare!
Bene, vi ho fatto venire fame abbastanza? Lo sapete che quando viaggio penso a voi e al modo di consigliarvi sempre il meglio (o il meno peggio... dipende dalle prospettive!).. e anche quando tuffavo il mio faccione, con orecchie annesse, nel pentolino di cozze ho pensato tanto tanto a voi... aaaaaahh Cannes..


Etichette: ,

 
posted by Cri at 10:24 PM | Permalink | 1 segnali di fumo
domenica 23 novembre 2008
En attendant Cannes...
Ancora un giorno, resisti ancora un giorno Cri, poi parti.. via, fuori dai maroni.... e per un po' non pensi più a niente. Lavorerai, certo, ma in maniera diversa... e l'aria francese ti schiarirà le idee...


Via, via da tutto... e ci ripenserò al ritorno.. intanto vediamo di godercela sta pseudo vacanza va...

When the full moon turns white that's when I'll come home.
I am going out to see what I can solve.
And I don't know when I'll go.
And I don't know what I'll see.
But I'll try not to bring it back home with me.
Like a morning sun your eye's will folow me.
As you watch me wonder cross the paths of the.
Cus all I want it here right now.
It's already ran off.
Our intentions always has that hill too long.

I'll follow it.
Your voice it sounds all.
Your all I have
And your still there.
I'll follow it.
Your choices paths.
No time can find it.
And your still there.

In the full moons light I listen to the tree's.
And then the sweetest sound I see you calling me.
But I don't know where I am.
And I don't trust who I am.
But if I come home I don't know who I'll be


Etichette:

 
posted by Cri at 8:58 PM | Permalink | 6 segnali di fumo
sabato 22 novembre 2008
Twilight
Bello. Trattieni il fiato durante tutta la durata del film. Ti emozioni coi protagonisti e ti sembra di sentire il freddo della pelle di Edward, come scrive la Meyer. Troppo poco tempo per raccontare tutto, per cui molte delle parti più belle del libro sono state tagliate per lasciare spazio a sentimenti e brividi. Se solo due ore mi hanno sconvolto non oso immaginare cosa mi sarebbe successo se il film fosse durato cinque ore ed il libro fosse stato raccontato tutto. Splendidi i protagonisti, ma brillanti Jasper e Charlie: poce parole ma ben punzecchiate! Bella l'idea di far sbucare l'autrice in una scena, inaspettata. Il magone te lo porti fino in fondo, ma poi non riesci a non esplodere. Insomma: io ve lo consiglio di cuore, non fermatevi davanti al termine "teen horror" con cui è stato battezzato dalla critica. Non è teen e non è horror, è splendido.


Etichette:

 
posted by Cri at 1:57 PM | Permalink | 7 segnali di fumo
giovedì 20 novembre 2008
Sir Justin
No dico.. questo è l'uomo che canta Sexy Back...



La crisi, la crisi... è tutta colpa della crisi.....


Etichette:

 
posted by Cri at 10:35 PM | Permalink | 2 segnali di fumo
martedì 18 novembre 2008
Postilla tamarra
Così, nel cazzeggio più totale, scruto per filo e per segno ciò che il meraviglioso mondo virtuale ha da offrirci... Trovo una chicca degna di questo blog, abbastanza anormale da ospitare questo genere di argomenti.
Oggi, la vostra maestra (unica) Oedv vi parlerà del tamarro.
(credetemi se vi dico che Blogger ha fatto molta fatica a caricare questa foto...)
Il tamarro (detto anche Zamarro, Gamarro, Tarro, Iarro, Zarro, Discotecaro, Impasticcato, Naxogino, Iamarruso, Gamarruso, Zarruso, Zamatruzzo e chi più ne ha più ne metta, varia molto a seconda della località in cui vi trovate) è facilmente riconoscibile. Hanno un' aspetto molto facile da descrivere.

Il tamarro classico, quello D.O.T. (Denominazione di Origine Tamarra) per intenderci, veste con il classico piumino senza maniche oppure giubbotti fluorescenti a tal punto che spesso vengono scambiati per addetti dell'ANAS, jeans stritola-palle, scarponcini o scarpe da ginnastica talmente strane da far invidia ad un'astronauta, hanno capelli ingellati all'inverosimile o con il classico taglio "carrè" dei tamarri old-style, di solito portano gli occhiali da sole in qualsiasi periodo della giornata (ecco perchè molti di loro girano in macchina con i fendinebbia accesi sia di giorno che di notte).

I più bei rappresentanti di questa specie sono ovviamente lampadati (che fa molto
"cisti") e hanno un colorito che va dal marroncino diarrea al marrone scuro
modello carbonizzato. Completano il tutto il classico maglioncino modello "Bello di papà" con camicia bianca con colletto rialzato da vero John Travolta.

Che dire della musica che sono abituati ad ascoltare? Qui si va sul pesante; pesante
nel senso della loro musica preferita, vale a dire la techno, la disco, hardcore da
discoteca (termine spudoratamente rubato al glorioso hardcore punk che deve la
sua nascita ai celebri Agnostic Front, e non credo che all'epoca esistesse già
l'hc da discoteca!) quindi ci limiteremo a chiamarla con il classico nome di
"tunz-tunz" che riassume perfettamente le ritmiche della loro musica (se la si può
definire musica) preferita.

Del loro comportamento è meglio non parlarne, finiremo col dilungarci troppo tentando di spiegare quale inspiegabile legge della fisica tiene insieme le loro
poche cellule cerebrali.

Ma veniamo al vero punto di forza del tamarro: il suo linguaggio.

BOMBARE Avere un rapporto di tipo sessuale (minchia me la sono troppo bombata!)
C'HO LE RIDU Sono in possesso delle riduzioni di prezzo per l'ingresso in discoteca
CAFUZZO Tamarro di bassa lega, non apprezzato per via delle sue scarpe
CISTI CISTI MADAMA C'HA VISTI Ragazzi scappiamo, la polizia ci ha notato
CE LO STAI SCARAMELLANDO Dobbiamo farti presente che quello che dici/fai ci sta importunando
DA PAURA E' una cosa bellissima
DI SGAMO Cosa ottenuta in maniera non del tutto legale
EHI RAGA, TUTTO REGO? Salve gente, la situazione è felicemente serena?
MINCHIA Intercalare usato con frequenza per esprimere qualsiasi stato d'animo
MINCHIA SCIO', VAI VERAMENTE A NASTRO/A FUOCO Accidenti, la tua autovettura è veramente veloce
MINCHIA TROPPO CISTI E' veramente una cosa piacevole
MINCHIA TROPPO REGOLARE Leggi sopra
MINCHIA CISTI/ MINCHIABBAU/ MINCHIACISTIBBAU Termini non ancora completamente decifrati
MINCHIA SPINGE/MINCHIA E'UNA MACCHINA Quell'individuo è davvero abile in quello che fa
MINCHIA SONO TROPPO PRESO MALE Il mio stato di salute (o sentimentale) non è dei migliori
MIII OH! Usato per esprimere uno stato di sorpresa o di irritazione
OH MINCHIA CI STAI TROPPO DENTRO/MINCHIA CISTI TROPPO A MANETTA Sei un tipo/a veramente giusto/a
OH RAGA, TROPPO STORIA Leggi ancora più sopra
OH TIPA Ehi tu (Per iniziare una conversazione con un rappresentante del sesso femminile, iniziando un corteggiamento)
OH TIPO Scusi/Scusa (In genere per attrarre l'attenzione di qualcuno)
OH TIPO, STAI FACENDO TROPPO LO SPLENDIDO/IL PRINCIPE Scusami, ma secondo il mio parere ti stai mettendo un pò troppo in mostra
OH TIPO SCHIACCIATI/TAGLIATI LA FACCIA Sei un soggetto veramente sgradevole, fatti male da solo, che è meglio
ORCODDAO Vedi "Porcoddue"
PAZZAURA Traduzione letterale di "paura"
PORCODDUE Bestemmia censurata in quanto la vera bestemmia genuina non fa parte della cultura tamarra
SBOMBARE Rendere tumefatto l'avversario (minchia ti sbombo di botte!)
SCHINARE Scappare, fuggire
SCIO' Vedi "Oh tipo". "Oh Sciò!"
SDRAIAMI UNA BIRRA Mi daresti una birra?
SGAMARE Cogliere sul fatto
STAI MANZO Ti consiglio di matenere la calma
STRIPPARE Divertirsi esageratamente
SVAMPIAMOCI UNA ZARSA Fumiamoci una canna/una sigaretta
TI PARCHEGGIO LE MANI IN FACCIA Consentimi di fare uso della violenza su di te
TI APPARECCHIO LE MANI IN FACCIA Idem

E questa è la fonte di cotanta sapienza. Ora, dopo aver letto tutto ciò (ed essermi spisciata per mezz'ora, ahahahahah) mi sono resa conto di due cose: che non sapevo di essere così tamarra e che non sapevo di avere così tanti amici tamarri!!! Essiamonoiiii essiamonoiiii il paradiso siamo noiiii!!


Etichette: , ,

 
posted by Cri at 10:22 PM | Permalink | 8 segnali di fumo
domenica 16 novembre 2008
Zero zero tette



La gara sta per iniziare, state molto attenti alla colonna menù di destra, molto molto attenti.... questo messaggio si autodistruggerà tra 10 secondi...

Etichette:

 
posted by Cri at 9:47 PM | Permalink | 8 segnali di fumo
sabato 15 novembre 2008
No beh... bello...
Ho trovato sulla mia fonte inesauribile di cagate (intese come notizie buffe, ovviamente) ovvero il sito di Libero, questa novella fresca fresca, accompagnata da questa foto un po' stantia...


L'Europarlamento ha detto no. Almeno per ora i passeggeri in transito negli aeroporti Ue non dovranno sottoporsi ai raggi X. Neanche come opzione facoltativa. "Mancano le informazioni essenziali per prendere una decisione", così ha deliberato l'Assemblea che ha poi chiesto alla Commissione di "eseguire una valutazione di impatto sui diritti fondamentali". Questione di privacy, insomma. La stessa sollevata a caldo da migliaia di passeggeri e addetti ai lavori posti di fronte alla notizia dell'arrivo del body scanner nel Vecchio Continente. Fino a nuovo ordine (e comunque a discrezione dei singoli scali Ue) nessun passeggero dovrà mostrarsi "nudo" prima di salire in aereo. Lasciando da parte per un attimo le questioni politico-legali, resta una domanda di fondo: meglio non rischiare di violare la privacy altrui o viaggiare un po' più sicuri? In America hanno optato per la seconda, non senza proteste. In effetti chi ha frequentato di recente un aeroporto statunitense (Dallas, Detroit, Las Vegas, Miami, Los Angeles, Denver, New York tra gli altri) ha avuto modo di sperimentare la procedura. Molto più snella dei tradizionali metal detector, dicono. Molto più rapida del rigoroso controllo manuale. Non abbastanza per mettere d'accordo tutti. Utilizzando la sofisticatissima tecnologia del WBI (Whole Body Imaging), questi scanner a raggi infrarossi sono in grado di individuare oggetti sospetti sul corpo attraverso immagini in bianco e nero visualizzate sui monitor degli addetti ai controlli di sicurezza aeroportuali. Esattamente come succede già per bagagli, borse, telefonini e computer quando li depositiamo sui rulli. Ovviamente lo scanner cripta il volto di chi vi si sottopone e le immagini (una volta esclusa la presenza di armi o droga) vengono cancellate seduta stante.


Perché noi italiani non approveremo mai una legge del genere? Dato che sui bagagli uno non può più fare affidamento (si sa quando partono ma non si sa se e dove arrivano) si cerca di tenere i beni personali addosso al corpo, nella classica taschina delle mutande... se ci fanno i raggi x ci ciulano pure quelli, e no eh!


Etichette: ,

 
posted by Cri at 2:36 PM | Permalink | 4 segnali di fumo
mercoledì 12 novembre 2008
Postilla post-giornataccia


"Tu sorridi sempre, domani sarà meglio...."


Etichette:

 
posted by Cri at 10:04 PM | Permalink | 6 segnali di fumo
lunedì 10 novembre 2008
Vediamo un po'...
Gara chiusa, destini segnati, classifica redatta... a nulla potete più attaccarvi per richiedere favoritismi o punti indianino... a nulla tranne che a un viaggietto romantico per me e Tortello a Parigi, se proprio devo essere magnanima... :)
Allora, vediamo un po' cosa avete combinato e com'è la classifica aggiornata.
Partiamo col dare le risposte sulla base delle quali ho assegnato i punti e, in questo, mi ha aiutato ovviamente Madre Wikipedia.

1) Killing Me Softly with His Song è una canzone composta da Charles Fox e Norman Gimbel, ispirata da un poema a Lori Lieberman, "Killing Me Softly with His Blues," che aveva scritto dopo aver visto Don McLean esibirsi dal vivo con la canzone "Empty Chairs". Lieberman è stato il primo a registrare la canzone di Fox e Gimbel, nel 1971, ma venne portata al successo con l'interpretazione di Roberta Flack nel 1973, fino a raggiungere il numero uno nella Billboard Hot 100. Il gruppo Hip-hop The Fugees ha lanciato una cover nel 1996, cantata da Lauryn Hill. La loro versione ha guadagnato la seconda posizione nella U.S. airplay chart ed ha avuto un successo simile in Regno Unito raggiungendo la prima posizione in classifica. Spinta dal successo della versione dei Fugees, quella originaria di Flack è stata remixata nel 1996. Altri artisti l'hanno interpretata come Tori Amos, Eva Cassidy, Perry Como, Aretha Franklin, Luther Vandross, Toni Braxton, Alicia Keys, Al B. Sure!, John Holt, Shirley Bassey, Mina, Frank Sinatra. La canzone è stata inserita nel film About a Boy dove il ragazzo del titolo, Marcus, canta questa canzone, insegnatagli dalla mamma, in una gara scolastica, ma rischiando di essere deriso pesantemente.

2) My Heart Will Go On è il tema portante del film Titanic. Con la musica di James Horner ed il testo di Will Jennings, è stata registrata da Celine Dion. Originariamente pubblicata nell'album Let's Talk About Love del 1997, è arrivata al numero uno nelle classifiche di praticamente tutto il mondo. My Heart Will Go On è stata rilasciata in Australia e Germania l'8 dicembre 1997, mentre nel resto del mondo tra il gennaio e il febbraio del 1998. Nel marzo 2007, la United World Chart classificò "My Heart Will Go On" come la quattordicesima canzone di maggior successo nella storia della musica. Facendo riferimento alla stessa classifica, "My Heart Will Go On" è anche la seconda canzone di maggior successo per una solista donna, alle spalle di Whitney Houston con "I Will Always Love You."

3) Singin' in the Rain is a song with lyrics by Arthur Freed and music by Nacio Herb Brown, published in 1929. However, it is unclear exactly when the song was written with some claiming that the song was performed as early as 1927. The song became a hit and was recorded by a number of artists, notably Cliff Edwards, who also performed the number in the early musical sound film The Hollywood Revue of 1929.

Capito tutto? Bene, vediamo allora come ve la siete cavata.
Valia, la prima a rispondere, ha indovinato in parte il titolo della prima canzone, ma non l'autore, ha indovinato tutto della seconda canzone e della terza ha indovinato il titolo della terza; a lei diamo 2 punti indianino e 1 punto scoreggina.
Giulia ha azzeccato tutto il titolo della prima, ma non l'autore, il titolo e l'autore della seconda e il titolo della terza; diamole 1 punto indianino e 1 scoreggina.
Anna ha azzeccato il primo (in parte) e il terzo titolo, ma non mi ha detto gli autori e il titolo del secondo; a lei diamo mezzo punto indianino e 1 punto scoreggina.
Sally si è arresa, ma dato che ho contribuito a rallegrarle la settimana e l'umore, le regalo, oltre ai 3 punti scoreggina, un mezzo punto indianino! :)
Kaishe non sapreva la prima, della seconda m'ha detto tutto giusto e della terza solo il titolo giusto; anche lei guadagna mezzo punto indianino e 1 punto scoreggina.
Balua è più o meno nelle stesse condizioni di Anna e Kaishe, ma dato che è sopravvenuto un problema tecnico a lei diamo 1 punto indianino e 1 scoreggina.
Guernica, Barbara e Cappellaio non hanno vinto ma partecipato.... sono però costretta a dare 3 punti scoreggina a ciascheduna!! :D

Ecco la classifica aggiornata:



Oedvtv vi da appuntamento alla prossima gara, occhio al gatto con gli occhi strabuzzanti!!


Etichette:

 
posted by Cri at 9:57 PM | Permalink | 5 segnali di fumo
giovedì 6 novembre 2008
Do you sing in english?
Tranquillizzatevi, ci sono. Non sono stata rapita dai marziani o morsa da un vampiro (anche se, nel caso in cui il vampiro in questione fosse Edward Cullen, il collo lo libererei volentieri dal dolcevita...!). Non ho ancora finito Breaking Dawn causa giornate lavorative intense e palpebre incredibilmente pesanti la sera, ma ce la farò e poi vi dirò.... nel frattempo vi posso anticipare che ogni pagina è una pelle d'oca, tanto che oramai devo indossare i vestiti di una taglia in più perchè i peli non si abbassano. La mia piccola mente labile, però, non si è fermata e ha organizzato per voi una bella garettina da raccolta punti coi controc...fiocchi! La doccia, mia musa ispiratrice per tutto, mi ha illuminato. Che bello fare la doccia calda la sera, dopo una giornata devastante, e magari canticchiare qualcosina, in perfetto inglese... Quanti di voi possono giurare di non aver mai cantato una canzone in inglese sotto la doccia? E quanti di voi, quando lo fanno, si gasano un casino per la conoscenza perfetta di tutte le parole in una pronuncia da Oxford? Tutti, lo sapevo... e io sono una di voi.
La gara di questa settimana consiste proprio nel mettere alla prova le vostre doti. Qui sotto troverete scritti, nell'inglese "parla come canti", i pezzi di alcuni famosi ritornelli e voi mi dovrete dire il titolo della canzone e l'autore.
Mi sento di giudicare questa come una prova abbastanza difficile. Alla persona che risponderà per prima correttamente a tutti e 3 i titoli, verranno assegnati 3 punti indianino. Alle altre persone che risponderanno correttamente verranno assegnati 2 punti indianino e 1 punto scoreggina. Chi, invece non risponderà giusto anche a uno solo dei 3 titoli, si beccherà ben 3 punti scoreggina.
Pronti? Partenza?? Viaaaaaa!

1) Stronni mai fei uidisingool, singhin mai lai in dissuò, chilinmi sofli uidissuòòoòòò, chilinmi sofli uidissuòò, stronni maillonna-aaaii uidissuòòòoòò, chilinmi sofli....

2) Iuaaaaaaaarrìììììì, dersotin ai fiiiil, enniuar ir in mai ar, en mai aruì go oooooneeeeennoooo...

3) Aim siiiiinin in de reiii, aim siiiiinin in de reii, ai faii duìnde reiiii, aiiii siiiiiiiinin in de reiiiii....


Etichette:

 
posted by Cri at 10:26 PM | Permalink | 12 segnali di fumo