giovedì 30 ottobre 2008
Ce l'ho!


E adesso ragazzi, ci risentiamo quando l'ho finito! Nel frattempo preparo un quesitino da raccolta punti... state all'occhio! ;p

Etichette:

 
posted by Cri at 10:37 PM | Permalink | 11 segnali di fumo
martedì 28 ottobre 2008
Consiglio cercasi
Ci stiamo avvicinando alla fatidica Sagra del Tartufo, io e Tortello abbiamo studiato le cose attentamente. Presi da un rasptus di follia ci siamo messi a calcolare tutti gli eventuali aspetti della "caccia al tartufo", nuda e cruda. E quindi informati per i posti, i permessi, la divisa, la jeep a noleggio, i cestini, i cani a noleggio e tutto quanto. Sette pagine di dettagli fondamentali. Ci guardiamo in faccia, poi mi volto e vedo il distruggi-documenti: abbiamo bisogno di pagliuzza.... per preparare i cesti natalizi.... via le sette pagine! Passiamo a cose più concrete: i menù a base di tartufo! Devo ammettere che di scelta ce n'è davvero parecchia, ma in seguito ad una scrupolosa cernita, sono rimasti 3 possibili candidati per la nostra degustazione.
Il problema è che ora siamo troppo indecisi e l'acquolina ci annega i pensieri, quindi, onde evitare di girarci tutti e 3 i ristoranti -stando quindi con le gambe sotto il tavolo per 45 ore circa-, chiedo il vostro aiuto: menù numero 1, numero 2 o numero 3?

Menù numero 1


Antipasti
Stuzzichini della Casa

Tris di primi
Rosette al forno con Tartufo Bianco
Taglioline all’uovo con funghi porcini e Tartufo Bianco
Tortelloni ripieni di ricotta, Parmigiano e Tartufo Bianco

Un secondo a scelta
Costine di agnello dorate al Tartufo Nero
Filetto di maiale con porcini e Tartufo Nero
Rotolo di tacchino con crema Tartufata
Roast beef con parmigiano e scaglie di Tartufo Bianco

Contorni assortiti

Dolce della casa, caffè

€ 45,00 bevande escluse

------------------------------------------------------------------------------
Menù numero 2


Tris di primi
Maltagliati della nonna ai sapori dell’orto
Pappardelle saltate in padella con vellutata al Tartufo e scaglie di Tartufo Bianco
Tortelloni di ricotta e Parmigiano Reggiano con scaglie di Tartufo Bianco

Bis di secondi
Roast beef profumato al Tartufo con scaglie di Tartufo Bianco
Prosciutto rosolato al forno

Contorni
Verdure novelle cotte al vapore
Patate alla contadina

Dolci dello zio

€ 42,00 bevande escluse

------------------------------------------------------------------------------
Menù numero 3


Antipasto
Carne di pozza alle spezie e Tartufo Nero

Primo a scelta
Tortelloni verdi al Tartufo Nero
Tortelloni ripieni ai funghi,
Pappardelle al Tartufo Bianco

Secondo
Carne del re ai funghi porcini

Contorno
Pannocchia del contadino o polenta fritta

Dolce
Castagnaccio

€ 27,00 bevande incluse con vino della casa
------------------------------------------------------------------------------

Allora, che dite, ci date una mano a scegliere?


Etichette:

 
posted by Cri at 10:56 PM | Permalink | 10 segnali di fumo
venerdì 24 ottobre 2008
Raccolta punti
Voi tutti ricorderete senz'altro l'edizione 2008 de La Sira degli Oedv Presiùss... invito chi non dovesse ricordarsene o non sapesse di cosa sto parlando, a visitare il post del 26 gennaio 2008... Non è nient'altro che la risposta di OEDVTV alla Notte dei Telegatti. Anche per il 2009 ho in serbo per voi un'edizione tutta nuova, con tanti ospiti e tante sorprese. La prima tra queste siete voi: da un anno a questa parte siete aumentati tantissimo e siete qui per me (pazzi!), quindi non devo fare altro che ringraziarvi per la vostra assidua partecipazione al mio blog. Essendo così tanti, però, capite anche voi che l'assegnazione dei premi non può essere fatta come l'anno scorso, altrimenti mi servirebbero 5 blog per mettervi tutti in votazione! L'attesa a quella serata sarà diversa quest'anno, il modo di guadagnarsi il tanto ambito Oedv d'oro sarà diverso e pure il modo di evitare l'Oedv di cacca (che, ricordo, è rimasto senza famiglia) sarà diverso.... Il mondo oramai, si sa, va avanti solo ed unicamente con le raccolte punti.. come esistono i punti Fragolina dell'Esselunga, come esistono i punti Fiammella di Enel Gas, così esisteranno anche i...

Un assaggio di quella che la mia incomprensibile testolina sta tramando lo avete gustato nel post precedente. Sono un po' di giorni che vi osservo in silenzio da dietro le quinte, e devo dire che vi siete davvero impegnati tanto e avete partecipato con calore (colgo l'occasione per dare il benvenuto nel mio accampamento -lasciate ogni speranza o voi che entrate- a Nina de Zio Peppino).
A intervalli puramente casuali, sarete sottoposti a dei quesiti come quelli del momento meteore e, a seconda della vostra risposta giusta o sbagliata, riceverete un tot di punti indianino e punti scoreggina. I punti indianino servono per raggiungere l'Oedv d'oro e i punti scoreggina per l'Oedv di cacca (perchè, si sa, la scurengia l'è l'anticamera de la merda).
La quantità di punti da assegnare, verrà dichiarata ad ogni prova a seconda della difficoltà della stessa. La classifica dei punti verrà mostrata al termine di ogni prova e tenuta aggiornata in fondo al blog. Il postaggio delle prove verrà sempre annunciato con qualche giorno di anticipo sotto l'urlo di Homer, nella sezione "evento del mese". I premi in palio a gennaio 2009 saranno solo 4: l'Oedv d'oro, l'Oedv d'argento e l'Oedv di bronzo per i primi 3 classificati nei punti indianino; l'Oedv di cacca per il blogger con il maggior numero di punti scoreggina.

Ma iniziamo a mostrare seriamente di cosa stiamo parlando.... perché? Credevate forse che quella di martedì fosse solo una prova esempio? No no! Qui si fa sul serio fin da subito!! Allora, la meteora in questione si chiama Alessandro Errico ed ecco ciò che Madre Wikipedia ci racconta di lui (pubblicando una foto vergognosamente segnaletica):

Alessandro Errico (Roma, 19 aprile 1974) è un musicista italiano.
Ebbe una certa notorietà a livello nazionale nella metà degli anni '90 grazie alla partecipazione alla trasmissione televisiva di Canale 5 Amici -4.722.963 caramelle di Maria fa- e ad un paio di apparizioni al Festival di Sanremo, nel 1996 e nel 1997 con Il grido del silenzio e E penserò al tuo viso (contenuta nel secondo CD "Esiste Che"). Il suo primo singolo si intitolava Rose e fiori. Il CD con cui esordì nel '96 ("Il Mondo Dentro Me", Sugar) ha venduto 100.000 copie conquistando il primo posto a "Sanremo Top" dopo essersi classificato undicesimo nella graduatoria finale del Festival. Attualmente è scomparso dalla circolazione -bbbbbbbuuuahahahhaha- ma da indiscrezioni (http://www.tgcom.mediaset.it/spettacolo/articoli/articolo402964.shtml) si parla di un ritorno con i SoneTsenZ -eh?- (Alessandro Errico, Mauro Di Donato, Marcello Ravesi, Cristiano Urbani, Enrico Rossetti e Paolo Lucini).


Questa prova era abbastanza difficile, capisco che un essere così possa passare totalmente inosservato, ma dato che era la prima non voglio sbilanciarmi troppo assegnando punti a destra e a manca, darò 1 punto scoreggina a chi ha risposto sbagliato, 1 punto indianino a chi ha risposto giusto e 2 punti indianino a chi ha risposto giusto per primo. Abbiamo quindi la prima classifica:



No.... scusate... questa non posso non postarvela.... sapete, una cosa tira l'altra e finisco col leggere la biografia della De Filippi su Madre Wikipedia... Nel 1989, durante un convegno contro la pirateria -uuuhhh???-, organizzato a Venezia dalla società per cui lavora, Maria conosce Maurizio Costanzo, invitato al congresso come moderatore -pensavo come un mozzo dal nome SPUGNA-, il quale, dopo alcuni mesi, le offre la possibilità di collaborare per la Simco, società di immagine e comunicazione. Diventa anche assistente di Costanzo, sinché viene ufficializzato il fidanzamento tra i due. .... oddio... devo andare in bagno a vomitare!


Etichette:

 
posted by Cri at 10:12 PM | Permalink | 11 segnali di fumo
martedì 21 ottobre 2008
Momento meteore
Per il momento meteore del mese, eccovi questa chicca....



Di quest'uomo mi dovete dire:

1) Nome e Cognome
2) Per cosa era famoso
3) Dove ha debuttato

Questo concorso servirà al più veloce di voi, che risponderà correttamente a tutte le domande, con dei voti in più necessari a conquistare l'OEDV d'oro durante l'edizione 2009 de La sira degli Oedv presiùss..... quindi... dateci dentro!!


Etichette: ,

 
posted by Cri at 11:24 PM | Permalink | 15 segnali di fumo
venerdì 17 ottobre 2008
Cenerantola
Un secondo prima mi trovo a pensare: "Ah, che meraviglia! Domani non si lavora quindi ronferò fino all'ignoranza e quando mi sveglierò mi laverò e asciugherò i capelli con tutta tranquillità. Non come al solito, di sera durante la doccia, che poi mi trovo a mezzanotte con il phon pesante in mano, l'occhio imbarazzato ad improvvisare una riga da parte che rimane più storta della bocca della Lecciso...".

Due secondi dopo le scimmiette nel mio cervello avevano già incominciato a segare il tronco, impedendo l'ascolto di qualsivoglia mio pensiero e distraendo la mia memoria, tanto che mi trovavo sotto la doccia rovente a passarmi le mani nei capelli stile Saratoga il silicone sigillante. Dopo due *doh!* e un "che stordita sei" mi arrendo all'evidenza, e continuo a lavarmi i capelli.

Altri due secondi dopo, mi metto a giocare a mondo sulle piastrelle per evitare che il mio 40 inzuppi tutto il pavimento, durante il mio disperato tentativo di raggiungere shampoo e balsamo, che ovviamente non erano previsti nella doccia di questa sera. E' stato proprio in quel momento... sì, mi sono resa conto che a OEDVTV mancava qualcosa, quello che in tutte le più importanti televisioni non può mancare: uno spazio dedicato ai più piccini.

Decido di creare un canale apposta per i bambini di oggi, chiamandolo con l'unico nome rimasto disponibile tra gli infiniti copyright: Pirley Channel. E quale modo migliore, data l'ora tarda, per inaugurare il nuovo arrivato se non il racconto di una bellissima ed intramontabile fiaba? Ecco allora che la vostra Oedv vi racconta la vera storia di Cenerantola. C'era una volta, nella periferia di Cinisello Balsamo, una famiglia molto ricca, composta da mamma imprenditrice, papà dottore e una bimba stragnocca. Quest'ultima si chiamava Cenerantola, nome scelto dal padre durante il suo concepimento. Rimase orfana di madre quasi subito, e poco dopo anche di padre, perchè le rogne capitano sempre vicine. Cenerantola viene affidata ad una lontana zia, che ha due figlie: Cenerotola (nome scelto sempre dal padre di Cenerantola, a seguito di un giudizio sull'aspetto fisico di questa ragazzina) e Cenerosica (a causa della sua costante invidia). Queste due cugine erano brutte, due cozze gratinate, ma la zia le considerava bellissime e le propinava a tutti i buon partiti dell'interland milanese, senza ovviamente successo. Nera di rabbia, incolpava Cenerantola di tutto, ma soprattutto di essere stragnocca, e la obbligava a spalmarle la Preparazione H sui punti critici e a toglierle la lanetta nera incastrata nelle unghie dei piedi.

Cenerantola, oramai adolescente, non ne può più e decide di scappare di casa. Non essendo maggiorenne, non aveva la patente e, anche se l'avesse avuta, sarebbe mancata comunque la macchina. Disperata, Cenerantola urla al cielo: "Ma porca merda, come cacchio faccio ad andare via da sta vecchia varicosa e da ste cesse de sorellastre??". Apparve così un fascio di luce e, dal nulla, comparì una donna un po' in sovrappeso, con ciabatte Rosetta rosse (che contenevano dei tronchi avvolti in calze contenitive tonalità daino del Madagascar), gonna a pieghine azzurra e top paillettato dal quale fuoriusciva carne in quantità.

- E tu chi cacchio sei? - domandò stupita Cenerantola.
- A ragazzì, 'sò 'nna fata, nun vedi??. - "Andiamo bene...." pensò scettica Cenerantola.
-'Sò la fata Polverina, il nome me l'ha dato tuo padre (lo possino) quando m'ha beccato nel bagno della scuola con le mie amiche. -
- E che vuoi da me? -
- Aaaa impunita! Stavo guardanno Carramba poi hai urlato e 'sò venuta a aiutatte 'mbescille! Tò, beccate scta garrozza, scti gavalli e 'namosene via che qui viè tua zia a cercatte! -
- Ma...... i cavalli? La carrozza?? Uè antichità, che figure mi fai fare?? -
- Li mortacci.. sali e vedrai che nun te ne penti.. -

Così Cenerantola sale e, ferma al semaforo, si apre lo sportello della carrozza ed entra un modello di Armani. Si gira verso Cenerantola e dice:

- Oh, che graziosa creatura mi trovo casualmente davanti -.
- Eeeh? -
- I tuoi occhi brillano come la rugiada delle mattine di primavera... -
- Eeeeh?? -
- Il mio cuore già batte per te come un tamburo... -
- Eeeeeh??? -
- Senti comecavolotichiami, io sono troppo ricco e ci sto troppo dentro, il mio vecchio mi uffa perchè non mi trovo la tipa e nella sella del mio mezzo ho una Louis Vuitton nuova di pacca. Visto che non sei proprio cessa e te la tiri poco, che facciamo? Uniamo i nostri chakra??? -
- Va bene. -

E fu così che vissero tutti felici e contenti... e adesso... buona notte bambini... sogni d'oro...


Etichette: , ,

 
posted by Cri at 10:37 PM | Permalink | 13 segnali di fumo
sabato 11 ottobre 2008
Ah, la moda...
Allora, prendiamo una persona normale, tipo me. In questo caso siamo al bassifondo del normale, ma dato che non voglio offendere nessuno, mi presto a questo discorso. Ora, questa persona normale una mattina si sveglia e, tutta ringorillita, pensa: accidenti la moda, quante idee, quante cose belle, quanta seduzione trasmette! Mi piace seguire la moda, ma restando sempre ben ferma su quello che è il mio stile; questo non vuol dire che ogni tanto non faccia bene guardarsi un po' in giro. Scruta che ti riscruta, eccoci di fronte a qualcosa di veramente interessante, anche per Tortello se vogliamo... insomma l'occhio vuole la sua parte, no?
Eccoci qui: pudica seduzione. Proprio quello che mi ci vuole!! Guardiamo guardiamo... Ecco. Cos'abbiamo qui? Un abat-jour di flanella, con tulle rimasto dalla bomboniera del battesimo della lontana cugina Nunziatella e scarpe in acciaio inox. Wow! Tortello ne rimarrà entusiasta! Sento che sono sulla strada giusta, devo continuare, devo continuare.. Temo di avere freddo così, dopo tutto ci stiamo avviando verso l'inverno.. Ci vorrebbe qualcosa di più consistente e molto, ma molto più sexy... sì ci vorrebbe proprio questo completino da Suor Maria Claretta, comodo e pratico, realizzato in pura tappezzeria transilvanica, con un tocco di mascolinità (che intrippa sempre) e delle praticissime calze di nylon. Ecco appunto, quest'ultime di danno da fare. Sono un po' in dubbio... secondo voi Tortello potrebbe apprezzare i 70 denari arricciati alla Mrs Doubtfire? Dai, dopotutto sono auto-reggenti... cosa c'è di più sexy dell'auto-reggente?? Non sono convinta, abbandono la seduzione e passo alla femminilità. Curve morbide (se solo ci fossero nei punti giusti), calore, candore, purezza... è questo che un uomo vuole, no? Che tutti gli uomini desiderano, non è vero? Eccoci. Questa colata lavica di lana, che gli stilisti si ostinano a chiamare "tricot", non rappresenta anche per voi ciò che di più femminile ci possa essere in tutto l'universo? Uomini di tutto il web, non vi innamorereste fulmineamente anche voi di una meravigliosa ragazza abbigliata da centrotavola natalizio chiaramente ispirato alla maglieria eschimese? Non desiderereste anche voi, o bricconcelli esseri maschili, affondare le proprie mani in un gregge intero arrivando a toccare l'ombelico dopo sette settimane, come il piccolo naviglio? No?? Preferite l'uncinetto? Vada per l'uncinetto, la Grande Mamma Dai Cinquenipotiemezzo ha appena finito di confezionare la tovaglia da mettere in salotto... che, se abbinata a degli shorts scuri, sono la morte sua!! Troppa trasparenza, direte, troppo poco pudore, troppi pensieri ciulester... non ci siamo... Tortello si sta spazientando, per lui ci vuole qualcosa di più fresco, più vivace, più salutare, più armoniosamente rotondo... insomma lui ha bisogno di qualcosa di forte e di grande impatto... Va bene, scelgo di vestirmi da Golia Activ Plus. ... Ah, la moda... se non ci fosse la moda il mondo sarebbe così triste e insensibile. Ah, la moda... se non ci fosse la moda il mondo sarebbe così monotono e freddo. Ah, la moda... se non ci fosse la moda il mondo non avrebbe così tanta gente in fila per una borsa di Gucci a SOLI millecinquecento dollaroni.. Ah, la moda... se non ci fosse la moda il mondo non sarebbe così sensibile ai problemi del regno animale... Prendiamo ad esempio questo meraviglioso cappello... quest'anno c'è la mania dei cappelli, no? Allora mi spiegate perchè salta fuori che questa modella vestita da Cat Woman è pure figa e se io, o la persona normale di prima, dovessi indossarlo, il primo bambino che incontro mi corre dietro alla ricerca della coda per tirarla o per legarci un petardo attorno? Ah, la moda a volte sa essere molto crudele con le persone normali...






Etichette: , ,

 
posted by Cri at 5:46 PM | Permalink | 27 segnali di fumo
venerdì 10 ottobre 2008
Solo 41 giorni
Poco più di un mese, e finalmente uscirà nelle sale italiane il film che sto attendendo con molta più ansia di quanto un bambino attende Babbo Natale la notte della vigilia... Qualche multisala già espone i poster e i cartonati di Edward, Bella e James... Meno male che non sono l'unica a conoscerli e meno male che non sono l'unica ad attendere il loro arrivo.... E intanto che conto i giorni che mancano all'uscita del 4° libro della saga, Breaking Dawn, mi consolo con il trailer definitivo di Twilight che è uscito oggi..... ho già le farfalle nello stomaco!


Etichette:

 
posted by Cri at 6:06 PM | Permalink | 14 segnali di fumo
giovedì 9 ottobre 2008
Postilla sensibile
Era una mattinata movimentata, quando un anziano gentiluomo di un'ottantina di anni arrivò per farsi rimuovere dei punti da una ferita al pollice. Disse che aveva molta fretta perché aveva un appuntamento alle 9:00. Rilevai la pressione e lo feci sedere; sapendo che sarebbe passata oltre un'ora prima che qualcuno potesse vederlo. Lo vedevo guardare continuamente il suo orologio e decisi, dal momento che non avevo impegni con altri pazienti, che mi sarei occupato io della ferita.

Ad un primo esame, la ferita sembrava guarita: andai a prendere gli strumenti necessari per rimuovere la sutura e rimedicargli la ferita. Mentre mi prendevo cura di lui, gli chiesi se per caso avesse un altro appuntamento medico dato che aveva tanta fretta. L'anziano signore mi rispose che doveva andare alla casa di cura per far colazione con sua moglie. Mi informai della sua salute e lui mi raccontó che era affetta da tempo di Alzheimer.

Gli chiesi se per caso la moglie si preoccupasse nel caso facesse un po' tardi. Lui mi rispose che lei non lo riconosceva già da 5 anni. Ne fui sorpreso, e gli chiesi: "E va ancora ogni mattina a trovarla anche se non sa chi è lei"?

L'uomo sorrise e mi battè la mano sulla spalla dicendo: ''Lei non sa chi sono ma io so ancora perfettamente chi è lei". Dovetti trattenere le lacrime... Avevo la pelle d'oca e pensai: "Questo è il genere di amore che voglio nella mia vita".


Etichette: ,

 
posted by Cri at 6:53 PM | Permalink | 7 segnali di fumo
domenica 5 ottobre 2008
Postilla Paradis
E' inutile, mi piazzo davanti alla tv alla ricerca disperata di un minimo spunto per il mio divertimento serale, ma al solito vengo delusa da un'aggroppaglia di ragazzine dalla faccia da petone, vestite come una vecchietta sicula in lutto da 35 anni, che inneggiano l'eleganza e la raffinatezza come se stessero davvero capendo quello di cui stanno parlando. E dall'altra parte delle coatte, vestite da Postalmarket (con tutto il rispetto per il Postalmarket) che vogliono fare le ribelli, ma se le dici che hanno un brufolo grosso come il loro culo sotto l'occhio destro, scappano via in lacrime. Il tutto capitanato da una pensionata bionda -perchè rubare manovalanza a Forum, perchè?-, da un coreografo americano al quale fanno fare il presentatore in italiano -che non ha ancora capito dov'è finita Maria- e da un presidente di giuria (lasciamo perdere i commenti sulla giuria, che mi si ripropone la pastina consumata a cena) che pare uno zucchero filato imbastito su un tronco di baobab da ottocento chili: Platinette. E allora decido che il web, tanto criticato e colpevolizzato, è l'unica cosa che ti può salvare dalla potente maledizione delle tre P: Palo di legno Maria de Filippi, Panzone Maurizio Costanzo e Paola Perego (che non ha bisogno di sopranomi perchè di P ne ha già due di suo... anche se io gliene aggiungerei volentieri un'altra.... forse anche due...).
Immersa, quindi, fino ai gomiti nel gossip e nelle notizie prese da siti e blog, mi ricordo di lei... Sono lontani i tempi in cui un'adolescente alta poco più di un gambo di sedano, di jeans chiari e felpa XL color salmone vestita, ancheggiava a fianco di un taxi giallo. Era il 1988, allora l'Italia conobbe Vanessa Paradis e il suo Joe le taxi. Da allora, come molti altri casi di canzoni meteore, non si è saputo più nulla di quella adolescente, che crescendo è diventata una donna paragonabile, se vogliamo, a quella gran culo di Cenerentola, visto il principe azzurro che s'è accalappiata (che già solo per essere amico amico di Brad Pitt, anche se fosse stato cesso, sarebbe andato bene ugualmente). Ora, grazie a Johanna e ai suoi constanti aggiornamenti, ho riscoperto una Vanessa Paradis cresciuta e, indovinate un po'? E' ancora una cantante, e anche piuttosto brava! Questa canzone, ad esempio, sì, la soundtrack di questo post, è bella.... è veramente bella! E nonostante il vocino immutato, ricordo dell'adolescente Naj-Oleariamente abbigliata, pare che sta ragazzina abbia oramai imparato il mestiere. Non mi resta quindi che chiudere gli occhi e ascoltare.


Etichette: ,

 
posted by Cri at 9:04 PM | Permalink | 22 segnali di fumo
giovedì 2 ottobre 2008
A voi...
Dedicato a tutti i nonni del mondo, in particolare ai miei, conosciuti e non conosciuti, vivi o defunti... intanto che ancora non è diventata troppo consumistica come tutte le altre, vi auguro una meravigliosa festa dei nonni.



...E un maestro domandò: Parlaci dell'Insegnamento. Ed egli disse: Nessuno può insegnarvi nulla, se non ciò che in dormiveglia giace nell'alba della vostra conoscenza. Il maestro che cammina all'ombra del tempio, tra i discepoli, non dà la sia scienza, ma il suo amore e la sua fede. (Gibran, Il Profeta)


Etichette: , ,

 
posted by Cri at 9:18 PM | Permalink | 9 segnali di fumo